fbpx

banner homepage (2)

 

Orosei

Orosei, situato nella costa a est della Sardegna, sulla foce del fiume Cedrino e alle pendici del monte Tuttavista, è il centro principale della bassa Baronia. Di recente vocazione turistica ha conservato nel tempo usi e costumi della civiltà contadina. Borgo dal caratteristico centro storico, basa attualmente la propria economia sull'estrazione del pregiato marmo.

Di origine romana, il paese conobbe uno sviluppo significativo in età medievale, sotto il Giudicato di Gallura. Divenne poi pisana e infine aragonese. 

Sono medievali le Chiese di San Giacomo, di San Gavino e di Sant’Antonio. Quest’ultima, ubicata nell’omonima piazza, è circondata dalle cumbessias, casette utilizzate per accogliere i novenanti.  In occasione della festa in onore del santo (16 gennaio), viene acceso davanti al santuario, un grosso falò di rami di rosmarino. A tutti i partecipanti vengono offerti il dolce tipico (su pistiddhu e su pane nieddhu).

Il 25 luglio, la festa di San Giacomo, patrono del paese, è accompagnata da spettacoli musicali e mostre.

 Di particolare importanza il Santuario della Madonna del Rimedio nel quale la scrittrice Grazia Deledda ambientò il romanzo “Canne al vento” col quale si aggiudicò il Premio Nobel per la Letteratura nel 1926.

Nel mese di Settembre la festa del Rimedio dura diciotto giorni durante i quali i novenanti assistono alle celebrazioni religiose e sono accolti nelle numerose cumbessias dove vengono consumati pasti e dolci tradizionali.

Alla fine di maggio, (l’ultima domenica) per la festa della Madonna del Mare, nella Piazza del Popolo i pescatori decorano le barche coi fiori e le conducono fino al fiume Cedrino. In processione poi, arrivano fino alla foce, nella chiesetta di Santa Maria ‘e Mare, di origine pisana.

Nel suo territorio son presenti diverse frazioni turistiche: Cala Liberotto, Marina di Orosei, Sas Linnas Siccas, Sos Alinos, particolarmente rinomata è la spiaggia dell'area protetta di Biderosa.

 

 

Cosa vedere a Orosei

Oasi Biderosa

L'Oasi di Biderosa è situata a nord del centro abitato di Orosei, e della sua frazione di Cala Liberotto. Comprende quella che è sicuramente una delle spiagge più belle del territorio. L'oasi ha ingresso a pagamento e a numero chiuso.

Spiaggia Osala di Orosei

La spiaggia è inserita nella parte settentrionale del Golfo di Orosei a sud dell’abitato, il suo arenile è ampio e caratterizzato dalla sabbia bianca e sottile. Osala è una spiaggia facilmente accessibile e offre ampi spazi ombrosi grazie alla pineta prospiciente. A poca distanza da Osala di Orosei, separata da uno spuntone basaltico che fa da confine tra i due comuni, si trova Osala di Dorgali. Tramite un agevole sentiero percorribile solamente in bici o a piedi che collega i due arenili, è possibile raggiungere il Parco Museo S’Abba Frisca da Orosei percorrendo 20 Km di strada.

Museo Casa Soddu

Il Museo Casa Soddu è situato nel centro storico di Orosei, ed ospita una piccola collezione di statue in terra cotta raffiguranti i bronzetti nuragici. Il museo è privato e racconta la storia della Sardegna nuragica.

Museo Don Nanni Guiso

Il museo Don Nanni Guiso sorge ad Orosei all'interno di un distinto edificio seicentesco. È presente una interessante collezione di teatrini in miniatura del settecento, libri preziosi ed antichi costumi della Scuola Romana. Don Nanni Guiso, nacque da una nobile famiglia di Orosei, e si trasferisce a Siena per intraprendere gli studi. Nonostante la lontananza è sempre rimasto legato alla Sardegna e ad Orosei.

Pin It

Attività al Museo

Gruppi e didattica

Su prenotazione, le dimostrazioni di Arti e Mestieri, sono rivolte a comitive e scolaresche e prevedono, durante la visita guidata all'interno del parco museo, l'incontro con gli artigiani che rinnovano il rito degli antichi saperi. Gli spazi della vecchia azienda tornano alla vita: la molitura del grano con la mola asinaria; la lavorazione del pane carasau; la produzione del formaggio; la ferratura del cavallo, la filatura e tessitura, trasmettono al visitatore conoscenze millenarie: suoni, profumi e sapori della civiltà barbaricina.

Leggi tutto